Only Lyon - Tourism and Conventions

Daniel Boulens © Ville de Lyon
Roseraie du parc de la Tête d'Or © Ville de Lyon
Vue du parc © Muriel Chaulet
© Ville de Lyon
© Ville de Lyon
© Muriel Chaulet

Lione, capitale della rosa

Daniel Boulens, direttore delle Aree Verdi presso il Comune di Lione

Da 150 anni Lione coltiva l'arte della rosa creando nuove prestigiose varietà. Quest'anno accoglie il congresso dei più grandi specialisti e appassionati di tutto il mondo. È l'occasione per celebrare la regina dei fiori in tutta la città.

In che modo Lione è diventata una capitale della rosa?

È una tradizione che risale alla fine del XIX secolo. Lione era particolarmente celebre per il grande sviluppo dell'orticoltura con dei professionisti di fama. Tra questi, dei rosicoltori come il celebre Jean Baptiste Guillot figlio, che creò nel 1867 la Rosa «La France», capostipite di tutto il ramo di rose moderne che conosciamo oggi. La storia ricorda che l'imperatrice Joséphine ha contribuito al dinamismo e alla creatività dei rosicoltori lionesi con un considerevole dono di piante, tra cui dei rosai. Si ritiene che tra il 1850 e il 1920 Lione sia diventata un punto di riferimento mondiale con la creazione di più di 3000 varietà di rose, delle quali più di 100 portano il nome di Lione o di quartieri lionesi. Le tre esposizioni universali del 1872, 1894 e 1914 hanno contribuito alla fama della città nel campo dell'orticoltura.

Quali sono gli eventi previsti durante questo anno della rosa a Lione?

Lione accoglie il prestigioso Congresso mondiale della rosa , che finora non si era mai svolto in Francia! Tre associazioni lionesi organizzano l'evento in partenariato con il Comune di Lione: la Società Francese delle Rose , la Società Lionese di Orticoltura e l' Associazione Rose Antiche in Francia . Dal 26 maggio al 1° giugno si terranno conferenze, mostre e visite alla Cité Internationale e nei più bei giardini di Lione.

In che modo verrà celebrata la rosa nella città?

In occasione di questo congresso la città organizza da aprile a metà ottobre il «Festival mondiale della Rosa» con mostre in numerose istituzioni lionesi. Per esempio, il museo Gadagne racconterà la storia lionese della rosa; il museo della Stampa presenterà «il giardino dei tipografi», gli archivi municipali esporranno le foto della creazione del roseto nel Parco della Tête d'Or, l'Orangerie del parco accoglierà una mostra originale e colorata sulla rosa a partire dal 4 aprile... Luoghi come il cortile dell'Hôtel de Ville ospiteranno bei giardini temporanei. Infine, il parco della Tête d'Or celebra la rosa con numerosissime animazioni il 30 e 31 maggio.

Ha un consiglio da dare a chi coltiva rose?

Sì: puntare su diverse varietà! Nel parco della Tête d'Or non usiamo nessun prodotto chimico, quindi selezioniamo le varietà a seconda della loro resistenza al freddo e alle malattie. È il metodo migliore per ottenere bei rosai in modo naturale.

www.lyon-roses-2015.org

Le sue passioni lionesi

Dove va per degustare una andouillette e una quenelle?
A casa! Per una quenelle preparata da mia moglie, con un luccio pescato da mio figlio! E per l'andouillette, l'ultima volta l'ho mangiata alla Voute Chez Léa, nella place Gourju: era eccellente!

Dove consiglia di andare per fare una passeggiata romantica?
Nel Parco della Tête d'Or , ovviamente, oppure sulle sponde della Saona .

Dove si possono incontrare dei «veri» Lionesi?
In un bistrot della place della Croix-Rousse o nelle vicinanze, verso la place des Tapis.

Dove bisogna andare per divertirsi?
Sui barconi delle rive del Rodano .

E dove si può comprare un souvenir di Lione?
All'Ufficio del Turismo per la gamma Only Lyon o da un cioccolataio per i «cuscini di Lione» (specialità a base di cioccolato e pasta di mandorle).

Lascia un commento

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Prenotazione

Più criteri
Rosier 2015: l'anno della Rosa!

Dal 3 aprile al 10 ottobre 2015, Lione vede la vie en rose!

2015: l'anno della Rosa!

In questo articolo

Map
gmap