Only Lyon - Tourism and Conventions

Romain Vallet - Rédacteur en chef d'Hétéroclite
Soirée La Garçonnière au Ninkasi

A Lione, la vita gay (friendly) è un po' ovunque

Romain Vallet, redattore capo di Hétéroclite

Romain Vallet, redattore capo di Hétéroclite, «un magazine gay ma non solo».
Ci fa scoprire la vita gay friendly a Lione, idee per uscire e indirizzi imperdibili.

Eletta prima città «gay friendly» di Francia in 2014, Lione non può che annoverare molti bar e locali gay... Ma non solo. Dicci di più...

Oltre ai bar, locali e luoghi di incontro, la vita gay (friendly) è presente un po' ovunque in città, a cominciare da alcuni luoghi insospettabili come la Biblioteca municipale della Part-Dieu. Qui si trova ad esempio il più importante centro di risorse su identità di genere, sessualità, storia dell'omosessualità: il «punto G». Comprende diverse centinaia di opere a stampa e video in più lingue. È una esclusività lionese, che dobbiamo in particolare a Michel Chomarat.

Lione organizza anche regolarmente eventi gay aperti a tutti: i concerti del Coro À Voix et à Vapeur, il Torneo Tigaly (Torneo Internazionale Gay di Lione), il torneo di rugby Ovalyon o ancora il festival Écrans Mixtes….

Quale quartiere raccomanderebbe a colpo sicuro a dei turisti gay?

Per essere sicuri di trovare un posto che corrisponde ai propri gusti, un solo consiglio: dirigersi verso il quartiere della place des Terreaux. È nella rue Royale che sono nati i primi locali gay, lesbo e gay friendly di Lione a partire dagli anni Settanta. In seguito si sono moltiplicati nelle vie vicine, in particolare la rue Romarin... È un fatto che la maggior parte dei bar, locali e altri luoghi di incontro sono numerosi in questo quartiere, anche se non sono immediatamente riconoscibili per un occhio non esperto.

Quali sono gli indirizzi migliori per rilassarsi, trascorrere un momento piacevole bevendo in compagnia o andare a una festa?

Per chi ama la buona cucina, Lione propone molti ristoranti gay friendly come l'Alter Ego, Chez Richard o Casa Lolas, che si trovano vicino al quartiere dei Terreaux e del Teatro dell'Opera. Troverete anche teatri come l'Intervalle, ma anche posti più intimi, come il Sun Lyon, una sauna gay nel cuore della città (il più grade d'Europa con 2800m² nello stile Bollywood), o dei negozi specializzati come Le DogKlub.

A seconda delle preferenze, in particolare musicali, si sceglierà il locale che corrisponde meglio ai propri gusti: Il XS Bar e La Ruche (situati rue Claudia) sono inevitabili, mentre la cultura lesbica è ben rappresentata dal Marais (l'unico club lesbico di Lione) o dall'L Bar, o dal LiveStation-DIY, Les Feuillants o Drôle de Zèbre. Per i nottambuli, l'appuntamento è d'obbligo al L'Impérial, all'UC o nelle notte clubbing "la Garçonnière" (al Ninkasi Kao) o "Garçon Sauvage" (al Sucre).

Qual è la tappa indispensabile della vita gay friendly a Lione?

Per la sua atmosfera conviviale, il Centro LGBTI di Lione, nella rue des Capucins, merita una sosta. Ogni sera della settimana, la comunità gay si ritrova per bere, chiacchierare, trovare informazioni, consigli e aiuto in caso di bisogno. Un calore, una affabilità che incoraggiano l'incontro e spezzano le frontiere. Nel forum vengono proposte regolarmente serate con giochi di società e piccole feste.

Lascia un commento

Commenti

Peter >Brown

23/07/2015 13:15

Lyon es maravilloso, su ambiente y la gente!! Yo me muevo mucho entre Lyon y Barcelona, donde también es una ciudad muy gayfriendly ,donde tengo muchos amigos ( por ej. unos que han montado una página muy bonita www.pinkdelice.com
que me encanta su diseño..bueno a disfrutar Lyon

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Prenotazione

Powered by Logo pilgo

Map
gmap