Only Lyon - Tourism and Conventions

Véronique Moreno-Lourtau, médiatrice au Musée des Beaux-Arts de Lyon
Musée des Beaux-Arts

Le Belle Arti: più che un museo, un luogo magico!

Véronique Moreno-Lourtau, mediatrice

Véronique Moreno-Lourtau, mediatrice presso il Museo delle Belle Arti di Lione

È uno dei più grandi musei delle Belle Arti di Francia. Offre una collezione di una ricchezza eccezionale, che conta numerosi capolavori imperdibili.

Puoi presentarci il il Museo delle Belle Arti di Lione?

È uno dei più grandi musei delle Belle Arti di Francia. Offre una collezione di una ricchezza eccezionale, che conta numerosi capolavori imperdibili. Per quanto riguarda la pittura, possiamo citare Veronese, Poussin, Rubens, ma anche artisti del XIX e XX secolo, come Monet, Gauguin, Picasso o Bacon. Il museo espone cinque grandi collezioni: le sculture nella cappella, le antichità, la collezione di oggetti d'arte, la collezione di monete, composta da 50 000 pezzi, e il settore della pittura, dal XV al XX secolo.

Come scoprire il museo?

Al Museo delle Belle Arti proponiamo un largo ventaglio di visite per tutti i gusti e per ogni tipo di pubblico!

Ogni primo venerdì del mese organizziamo una visita tematica serale. La domenica mattina, è possibile visitare il museo in famiglia, con un approccio molto ludico delle opere. E alle 15 proponiamo dei percorsi di scoperta in un'ora e mezzo: le opere imperdibili o altre visite a tema. Organizziamo anche dei fine settimana collegati ai grandi avvenimenti culturali della città, come la Fête des Lumières, la Notte dei musei, la Primavera dei musei o delle visite che propongono un approccio interdisciplinare con botanici, scienziati o poeti. Tra gli ateliers, gli eventi e le esposizioni temporanee, c'è sempre qualcosa da scoprire! E in ogni caso non bisogna mancare di visitare il giardino, piccola oasi di pace nel cuore della città, che rappresenta tra l'altro un vero luogo di vita lionese.

Qual è il tuo posto preferito nel museo?

Adoro la cappella degli scultori, è una sala magnifica. Questa antica chiesa ci ricorda che una volta il museo era una abbazia benedettina. È un luogo magico e monumentale, ma che permette anche di avere un rapporto molto personale con le opere: si può girare intorno alle sculture, scoprire le tracce degli strumenti e persino le impronte dei pollici dell'artista nella materia, nel caso dell'Eva di Rodin. Insomma, qui si può veramente dialogare con le opere...

Lascia un commento

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Prenotazione

Powered by Logo pilgo

Pierre Soulages - tryptique Soulages 21st century – Exhibition

From October 12, 2012 to January 28, 2013 at the Lyon Fine Art Museum (Musée des Beaux-arts de Lyon), 

Secrets of Outrenoir ...

Soulages 21st century – Exhibition