Only Lyon - Tourism and Conventions

Damien Weiss, Sculpteur de Guignol
Marionnette du Musée Gadagne
Mur des Marionnettes, Musée Gadagne
Marionnette du Musée Gadagne ©

Guignol: un gran sorriso e due occhi scintillanti

Damien Weiss, 14 ottobre 2011

Damien Weiss, scultore presso il Teatro della Maison Guignol

Guignol è sempre allegro: con lui si sta bene.

Di cosa è simbolo Guignol?

Guignol rappresenta lo spirito lionese, aperto e senza pretese. Guignol è sempre allegro: con lui si sta bene. Ha un gran sorriso e due occhi scintillanti, aperti verso l'esterno. Si esporta bene tanto quanto la città.

Come scolpisci le tue marionette?

Lavorando in modo molto tradizionale, con vero legno di tiglio.

È un lavoro fatto a mano con gli strumenti di una volta. Per questo ogni pezzo è unico; metto una cura particolare in tutte le marionette che realizzo per il Teatro della Maison Guignol.

Avete delle sculture insolite?

Effettivamente ci sono delle rappresentazioni di Paul Bocuse, il nostro chef di fama mondiale e migliore ristoratore di Francia, di Gérard Collomb, sindaco di Lione, di Jean-Michel Aulas, presidente della nostra squadra di calcio, l'Olympique Lyonnais, e infine di Monsignor Barbarin, arcivescovo di Lione.

Qual è secondo te l'origine di Guignol?

È stato creato da Laurent Mourguet, questo è certo. La sua storia risale a più di duecento anni fa. Guignol è un ragazzino di Lione che vive in povertà e che cerca di sfuggire alla miseria senza mai riuscirci: ha la «guigne», cioè la scalogna.

Lascia un commento

Commenti

chiara

05/11/2014 13:00

cool

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Prenotazione

Più criteri

Map
gmap