Only Lyon - Tourism and Conventions

Sophie Lachapelle, rédactrice en chef du magazine Zeste (Montréal, Québec, Canada)
Croix-Rousse - Montée de la Grande Côte
Gros caillou de la Croix-Rousse
La Place Bellecour
La Place des Terreaux de jour
Gros caillou de la Croix-Rousse ©
La Place des Terreaux de jour ©

È fantastico vedere tutta questa ricchezza culturale

Sophie Lachapelle, redattrice capo del magazine Zeste (Montréal)

Sophie Lachapelle, redattrice capo del magazine Zeste (Montréal, Québec, Canada)
Per me è una regione «dimenticata». Ma appena si arriva qui, si vede quanto è ricca e si capisce il perché!

Come immaginava Lione prima del suo arrivo?

Come una piccola Parigi. Non mi aspettavo che avrei fatto tante scoperte. È fantastico vedere tutta questa ricchezza culturale.

In particolare la presenza significativa delle Alpi. Non avevo pienamente realizzato la sua importanza nella regione.

Cosa le piace a Lione?

Si vede che è una città dinamica e non semplicemente attaccata al passato. Si costruisce, si fanno cose nuove...

Quano si pensa alla Francia, la si riduce a Parigi o al Sud, alla Provenza o alla Costa Azzurra. Per me è una regione «dimenticata». Ma appena si arriva qui, si vede quanto è ricca e si capisce il perché!

E per quanto riguarda la gastronomia?

Una delle cose che ho apprezzato molto è vedere la nuova gastronomia. Siamo stati nei bouchons dove abbiamo scoperto la storia delle «mères» lionesi, che non conoscevo. Ma ancora di più, tutto ciò che c'è di nuovo intorno a Lione: giovani chef, che reinterpretano i classici a loro modo. Qui ho mangiato in modo davvero divino. Ho trovato l'accoglienza meravigliosa. La presenza di persone in sala e gli chef che escono e parlano alla clientela rendono il servizio eccezionale.

Lascia un commento

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Prenotazione

Powered by Logo pilgo