Only Lyon - Tourism and Conventions

biennale de Lyon 2017 "Mondes flottants" - Shimabuku
Biennale de Lyon  2015-2016 - La Vie Moderne
Biennale d'art contemporain 2013 - Louise blowing a bubble
Biennale de Lyon d'art contemporain
Affiche de la Biennale d'art contemporain 1995
Ange Leccia Arrangement (400 globes terrestres), 1990 Biennale de Lyon 1991, photo Jean-Baptiste Rodde
© Erick Beltran

La Biennale d'arte contemporanea di Lione

Dalla metà di settembre a fine dicembre, gli anni dispari,

Dal 20 settembre 2017 al 7 gennaio 2018, la Biennale stabilisce i suoi quartieri d'inverno... presso La sucrière e il MAC Lyon

La Biennale di Lione è diventata un evento principe dell'arte contemporanea.

Tre mesi e più per esplorare i diversi luoghi in cui sono esposte le opere: la Sucrière, il Museo di Arte Contemporanea e il Museo delle Confluenze, o ancora nuovi spazi di esposizione insoliti o da scoprire, scelti dalla Biennale. 

Tre mesi per impregnarsi della tematica, cercare di capire... oppure no e lasciarsi andare alle sensazioni.

Ogni edizione si rinnova scegliendo un tema e un nuovo commissario per presentare sculture, quadri, video, foto o installazioni di una settantina di artisti internazionali.

Oltre all'esposizione delle opere sono organizzati percorsi tematici, visite guidate, animazioni e conferenze che permettono ai visitatori di ogni genere di scoprire e apprezzare (o no) e di trovare la chiave per lasciarsi emozionare dalle opere.

E intorno alla Biennale sono organizzati diversi eventi, fra i quali Veduta, Résonance, il Docks Art Fair e il percorso Artline to Everywhere: gallerie d'arte, luoghi pubblici o privati, si uniscono intorno alla biennale per una grande festa dell'arte contemporanea, con mostre, concerti, conferenze...

Ridere, piangere, commuoversi o arrabbiarsi davanti a queste opere che a volte ci spingono a interrogarci. Così è l'arte contemporanea.

Non mancare questo appuntamento!

Per l'edizione 2017 il tema è "Mondi fluttuanti"

Dopo “la Vie moderne” nel 2015, La biennale d’arte contemporanea esplora un altro aspetto della parola “moderno”… Emma Lavigne, curatrice di questa 14a edizione, ha scelto il tema dei “Mondes flottants” (“Mondi fluttuanti”). 

Si tratta di un tema molto ricco ispirato a Lione, città bagnata dal Rodano e dalla Saona, la cui vita si è sviluppata intorno all’acqua, ritmata dal loro corso e dalla loro confluenza… un territorio ricco di immaginazione per gli artisti.

Inoltre il tema si ispira alla parola giapponese “Ukiyo”, il “mondo fluttuante” che consente a un’epoca turbolenta di fuggire attraverso l’arte in un universo poetico, immaginario, sereno… un vero e proprio antidoto all’instabilità del mondo. Clinamen, l’installazione di Céleste Boursier-Mougenot, ne è un esempio estasiante…

Infine “Mondi fluttuanti” si riferisce a una certa permeabilità, una metamorfosi permanente dell’opera d’arte contemporanea… come si può vedere nelle installazioni tessili in movimento di Hans Haacke.
Il tema richiama anche il flusso e il riflusso della corrente, dell’energia e dei social network che consentono di comunicare isolando al tempo stesso ciascun individuo…

La biennale presenta opere immersive per passeggiare nel cuore dell’opera e del suono e lasciarsi inondare, talvolta interagendo con l’opera stessa…

Come avete capito, questa edizione sarà all’insegna di numerose scoperte, meraviglie e riflessioni, spalancando le porte verso luoghi di speranza, poesia, libertà ed emozione…

Circa 60 artisti provenienti da 28 paesi ti propongono la loro visione personale del mondo contemporaneo.

Un'opportunità per scoprire molteplici punti di vista e universi sorprendenti...

Foto, pittura, scultura, videoarte, installazioni: tutti i mezzi sono buoni per stupirti, incantarti, proporti uno sguardo nuovo sul mondo che ci circonda in tutta la sua diversità, i suoi paradossi, le sue incoerenze e la sua poesia...

Visite a tema o in famiglia, per adolescenti e adulti, 4 aperture notturne e laboratori creativi nei diversi siti ti verranno proposti per darti chiavi di lettura e di comprensione delle opere: non esitare a servirtene!

E soprattutto, conserva gelosamente il tuo biglietto di accesso alla Biennale: è valido sui 3 siti di esposizione.

Infine, l'accesso alla Biennale di Lione è compreso nella Lyon City Card.

www.labiennaledelyon.com

Lascia un commento

Lascia un commento

Tutti i campi sono obbligatori

Prenotazione

Powered by Logo pilgo

In questo articolo

Lyon City Card L'ingresso alle mostre della Biennale de Lyon è incluso nella Lyon City Card